sabato 15 luglio 2006

Panzanella

Oggi siamo arrivati a 33° e qui a Genova con l'umidità che ci ritroviamo non è poco. Ho rispolverato un vecchio piatto che mangiavo da piccola nelle estati passate dai parenti in Umbria. Credo che sia un piatto tipico toscano/umbro e che ci siano veramente tantissime varianti. Io vi do la mia versione ma credo che sia uno di quei piatti dove più ci metti roba più è buono.:)

Iniziamo dagli ingredienti:

  • 5/6 fette di pane raffermo (l'ideale è quello toscano umbro senza sale ma direi che qualsiasi pagnotta senza troppa mollica va bene)
  • olive
  • capperi
  • tonno
  • sgombri
  • pomodori
  • cipolla
Iniziamo mettendo a bagno nell'acqua freddissima il pane secco e lasciamolo 20 minuti. Quando è pronto lo strizziamo e lo sbriciolamo.
Aggiungiamo i pomodori maturi a fette (2/3) la cipolla (a piacimento) a fette e una scatola di tonno e di sgombri. Aggiungiamo le olive i capperi e il basilico.
Condiamo con tanto olio aceto e sale e facciamo riposare in frigo per mezz'ora.
Vi giuro che fa un piacere...

p.s. la foto non è di mia creazione..la macchina digitale e temporaneamente spirata..

5 commenti:

gli scribacchini ha detto...

La "vegetale" è spirata? Porella lei e porella tu! :-( Ma la panzanella ispira, eccome! :-)
'ciot
Patt

cybergatto ha detto...

ispira perecchissimo....la mia nonna, toscana, la faceva spesso. "è di molto slurposa"!

Dolci Fusa ha detto...

Ciao, ti ho inserito nella sezione "Blog cucina" del mio sito (www.dolcifusa.it), spero ti faccia piacere.
Un saluto,
Veronica

your ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
LaCuocaRossa ha detto...

questa è una di quelle cose che mi fa venire fame sul serio!!!