lunedì 3 luglio 2006

Gazpacho e Paella (ovvero la cena di compleanno)



Ecco come promesso il resoconto della cena di compleanno del babbo. Allora tutto è partito dal paese in cui andremo in vacanza ossia la Spagna. E qui cominciano gli avvertimenti (Cannella sei la diretta interessata). Qualunque ricetta riprodotta di seguito è solo un tentativo di emulare un piatto che per vairietà ed esperienza non potrà mai essere come l'originale (un po' come far cucinare un bel paitto di spaghetti alla carbonara da un finlandese di Helsinki). Però ragazzi io ci ho provato e il risultato non è stato malaccio anche se magari il consorte di canny potrebbe essere il giudice più imparziale. Incominciamo dal Gazpacho che ho usato come piatto di entrata visto i climi torridi di questi giorni. Ingredienti sempre per 4 persone: 1 fetta di pane solo la mollica mezzo chilo di pomodori 1 cetriolo 2 spicchi di aglio mezzo peperone verde e mezzo rosso olio sale e aceto pane tostato a dadini Metto la mollica del pane in una tazza di acqua fredda e nel frattempo taglio a dadini i pomodori i cetrioli e sbuccio l'aglio. Taglio anche i peperoni (+ grossi) e metto tutte le verdure nel frullatore tenendone da parte una manciata per i contorni. Nel frullatore aggiungo anche il pane e l'aglio e l'lio di oliva. A questo punto passo gli ingredienti frullati in un colino e metto in frigo per almeno 2 ore. Servo la zuppa con delle piccole ciotole in cui avrò messo dei dadini di pane tostati , i pomodori e i cetrioli che si aggiungono a piacimento.


E ora il piatto forte ovvero la Paella. Io so che ci sono numerose varianti a secondo degli ingredienti che si mettono (può essere solo pesce - solo carne -mista). Io ho fatta quella mista (Valenciana??)

Ecco le dosi:

1 cipolla
2 pomodori
mezzo peperone rosso
riso gr. 300
olio
mezzo polletto
1 seppia
12 cozze
una manciata di pisellini
zafferano
8 gamberi
sale e prezzemolo

Puliamo il pollo e la seppia e tagliamoli a dadi grossi. Sbucciamo la cipolla e la tritiamo finemente così come il peperone rosso.
Mettiamo l'olio nella padella e facciamo soffriggere i gamberoni. Quando sono dorati li mettiamo da parte. Facciamo lo stesso procedimento prima per il pollo e poi per la seppia.
Mettiamo la cipolla e il peperone a soffriggere e poi i pisellini. Aggiungiamo i pomodori maturi a dadini e quando il soffritto sarà pronto mettiamo il riso a fiamma alta.Lo copriamo con acqua calda o brodo e aggiungiamo lo zafferano: Nel frattempo puliamo le cozze e le facciamo aprire.
Quando il riso è pronto aggiungiamo i gamberoni le cozze e lasciamo riposare per 10 minuti

E anche se facciamo il blog per divertirci e stare insieme, vorrei solo per un attimo
rivolgere un pensiero ad uno dei paesi che più amo. Colpito da un ennesima pagina di tristezza.
Besitos.

7 commenti:

graziella ha detto...

Brava Barbara! Non avevi bisogno di consigli! Magari non è uguale all'originale, ma sembra davvero squisita!

Orchidea ha detto...

Buoni... buonissimi... mi piacciono molto sia gazpacho che paella.
Ciao.

Grissino ha detto...

Pollice verso per gazpacho (non mi piace il pomodoro crudo) e per la Paella se c'è il peperone. ^_^ Altrimenti SLURP!

apprendistacuoca ha detto...

mamma mia che voglia di riempirmi un piatto con tutte queste prelibatezze spagnole!
ho un debole per la paella in particolare...se poi in mezzo ci sono dei gamberoni con quell'aspetto invitante...
diamine!possibile che mi venga l'acquolina ora? non sono ancora le 11! ho appena fatto collazione!
bè no, dai...ormai sono passate 2 ore...mi è consentito!
complimenti!

cannella ha detto...

Oh san pignatto che visione turbatrice! Sesso, libbbiddine e perversione!!! Spedisco il link anche al consorte, onde possa contemplare pure lui questo spettacolo! Ha ragione la comare Graziella, non avevi bisogno di consigli (anche perché io non mi sognerei mai di darne, non è la mia specialità ;-)))!!! Immagino quindi che la festa sia stata un pieno successo! Baciotti e complimenti vivissimi.

sediciaprile ha detto...

Grazie a tutti..i consigli li prendo sempre con entusiasmo..ho avuto questa idea partendo dal mio prossimo viaggio che farò e pensando che queste specialità erano alla mia portata. Grazie a tutti comunque per la parteciapzione..la festa è venuta bene e il babbo era molto contento. Baciii

gio ha detto...

...ok...sto organizzando anch'io la cena spagnola per il mio compleanno ed ero alla ricerac della ricetta del gazpacho...pouff!!!sono catapultato sul tuo blog...che carino...spero di non combinare guai tipo nel fil di Almodovar...donne sull'orlo di una criasi di nervi...cos'è che ci metteva nel gazpacho per far addormentare tutti?....bah...ti farò sapere...